15-05-2012
OperaClick
il pianoforte di Ravel", pianista Roberto Cominati
Splendida pubblicazione quella dell'integrale per pianoforte di Ravel, pubblicata da Amadeus per la collana Élite. Roberto Cominati, classe 1969, è molto probabilmente il miglior pianista italiano della sua generazione e certamente fra i più interessanti dell'attuale panorama internazionale; in questo doppio CD il pianista napoletano immortala tutte le complesse composizioni pianistiche del poliedrico compositore basco, celebre al grande pubblico soprattutto per il Bolero e per l'orchestrazione dei Quadri di un'esposizione di Modest Mussorgsky. E' incredibile, sin dall'inizio dell'ascolto, l'emozionante atmosfera che pervade l'esecuzione nel suo complesso e nella quale finiamo per essere letteralmente trascinati. Da Pavane pour une infante défunte a Gaspard de la nuit rimaniamo ipnotizzati dalle cristalline trasparenze realizzate con precisione aritmetica dalle mani di Cominati e la liquida fluidità con cui plasma Ondine ci lascia davvero senza fiato. Il prosieguo dell'esecuzione è, nella sua interpretazione, di una coerenza strabiliante. La conclusione del secondo CD è dedicata alla splendida esecuzione de La valse – lavoro atipico rispetto a quanto composto precedentemente da Ravel – poema coreografico pensato inizialmente come balletto; qui Cominati è stupefacente sia nella creazione dell'iniziale suggestivo e grave tappeto sonoro, sia sotto l'aspetto meramente virtuosistico cui non fa mancare, ove richiesto, la necessaria energia. Le composizioni pianistiche di Ravel ad un ascolto distratto possono, talvolta, richiamare alla mente la musica di Debussy ma a chiarirci le idee sulle peculiari differenze tra i due compositori ci pensa Cominati sottolineando con grande chiarezza la netta e costante idea melodica, per certi versi quasi matematica, sempre presente nella scrittura raveliana rispetto a quella decisamente più aleatoria di Debussy. Di notevole livello anche il book redatto da Amadeus con gli interessanti inserti firmati da Gaetano Santangelo, Federico Lazzaro ma soprattutto l'analisi raveliana curata da Andrea Malvano. Simpatica anche l'intervista a Roberto Cominati effettuata da Massimo Rolando Zegna e dalla quale traspare l'immagine di un musicista raffinato e di un uomo interessante. Bella l'idea di proporre agli appassionati queste interessanti composizioni ma soprattutto ottimamente realizzata grazie alla precisione pianistica e all'indubbio talento interpretativo di Cominati. Davvero un ascolto ed una lettura di alto livello che ci sentiamo di consigliare vivamente a tutti gli appassionati. Danilo Boaretto
Danilo Boaretto
Scarica articolo